Ideali e azioni per la collettività

Immagine

Questo blog ha la funzione di portare all’attenzione di tutti coloro che vogliono spendersi per una Capo d’Orlando più libera, vivibile e all’insegna del pluralismo, fatti azioni e proposte concrete per far si che questa terra possa sfruttare al meglio tutte le potenzialità che una natura generosa gli ha riservato.

Continua a leggere

Novità dall’Agenzia del Demanio

Finalmente l’agenzia del demanio si è fatta sentire in forma ufficiale con un documento inviato al Comune in data 21/02/2013 dove di fatto la stessa conferma la proprietà pubblica sia dell’area ex-samps che dei ruderi su essa allocati, fornendo le indicazioni per il proseguo dell’istanza di riqualificazione.
Il documento precisa in maniera inequivocabile che la proprietà, sia dell’area che dell’immobile, è della Regione Sicilia ai sensi del D.P.R. 22 Febraio 1967 n.467.
Precisa inoltre che la competenza sul bene pubblico è della Unità Operativa “Gestione Demanio e Patrimonio Immobiliare” della Presidenza della Regione Siciliana.

In allegato il pdf del documento “AgenziaDemanio20130221

38° giorno di attesa ….

Ebbene si, siamo al trentottesimo giorno dal sopralluogo effettuato il 10 di gennaio da parte di due funzionari dell’Agenzia del Demanio della Regione Sicilia sede di Palermo, alla presenza del Sindaco e di un funzionario del comune.
A seguito di questi ed in qualità di portavoce del comitato, ho richiesto all’Agenzia del Demanio una copia del verbale redatto per avere riscontro di quanto emerso in quella sede.
Ad oggi nonostante i solleciti e l’ivio di diverse e-mail, l’ultima del 14/02/2013, non sono ancora riuscito ad ottenere un bel niente.
Durante il sopralluogo è di fatto emersa una cosa di fondamentale importanza, ossia che dai documenti in possesso dell’Agenzia, anche la struttura presente sul lotto ex-samps oltre che al terrreno stesso è di proprietà dell’ente Demaniale.
Quello che chiedo a nome del comitato è semplicemente di avere copia del verbale dove risulti quanto detto e appurato in quella sede. Spero e rimando fiducioso che chi è deputato ad rispondere alla nostra legittima richiesta lo faccia in tempi brevi.
Spero inoltre, che il nostro Primo cittadino mantenga la promessa fatta in quella sede, di inoltrare richiesta per l’abbattimento del rudere e per la riqualificazione dell’intera area.

Anno nuovo buone nuove

Auguri di buon 2013 a tutti coloro che ci seguono.

L’anno nuovo ha portato un’importante novità, il 10 di Gennaio in mattinata è stato effettuato, da parte di un funzionario dell’agenzia del demanio di Palermo, un sopraluogo nel sito ex samps. All’evento era presente oltre al sottoscritto in qualità di portavoce del comitato, anche il Nostro primo cittadino Dott. Enzo Sindoni e il Geom. Alfredo Gugliotta in qualità funzionario tecnico del Comune.

Si è discusso serenamente della situazione e degli aspetti tecnici ed amministrativi legati all’area demaniale. I funzionari dell’agenzia, professionisti che sanno il fatto loro, hanno preso visione dello stato in cui versa l’area e hanno avuto modo di raccordare la situazione documentale ufficiale in loro possesso con ciò che è sotto gli occhi di tutti.

Spero che all’incontro seguano delle iniziative ufficiali finalizzate ad eliminare lo scempio perpetrato negli anni e riportare l’area demaniale ad una piena fruibilità da parte della comunità.

Dimenticanza ? Ops……………………..

 Qualcosa la si deve pur dire sulla rendicontazione effettuata nell’incontro di piazza organizzato dai Gruppi Consiliari di opposizione “Librizzi Sindaco” e “Democratici per Capo d’Orlando sabato 15 dicembre 2012.

Dopo una sopportabile attesa si sono succeduti sul palco di piazza Matteotti tutti I consiglieri dell’attuale opposizione. Abbiamo assistito a due ore di rendicontazione sull’operato dell’attuale Amministrazione Sindoni. Gli oratori hanno evidenziato tutte le interrogazioni fatte in ordine cronologico, come risulta dal loro sito. Chiude l’incontro dibattito, il capogruppo Salvatore Librizzi con sue personali è giuste (ndr) argomentazioni sull’operato dell’amministrazione. Anche Lui, come i suoi precedenti quattro relatori, nonostante quanto dichiarato nell’annuncio dato sul loro sito e propagandato in mattinata dal banditore per le vie cittadine ha saltato gli ultimi due argomenti :

  • la gestione delle aree demaniali
  • l’assoluta assenza di programmazione con riferimento alla conservazione ed al ripascimento del lungomare”.

Guarda caso proprio l’argomento “aree demaniali” punto cruciale delle rivendicazioni del Nostro comitato.

Evidenziamo che proprio sull’argomento dimenticato, in data 24 Aprile 2012 il gruppo consiliare di minoranza ha presentato un’interrogazione all’amministrazione Sindoni, interrogazione che ad oggi risulta senza risposta.

Non permetteremo che la questione cada nell’oblio.

 Link da latuavoce.net :
Incotro/Dibattito con i cittadini
Immobile ex SAMPS – una petizione in attesa di risposte

Ambasciatore non porta pena !!

Durante la raccolta firme del 22/23 Ottobre, svoltasi prevalentemente sul lungomare nella parte antistante l’area ex-samps, siamo stati oggetto delle curiosità di passanti e residenti. In particolare siamo stati avvicinati dall’ ex consigliere Carmelo Truglio, persona che conosco personalmente da sempre e che per altro è stato residente nella via Trazzera Marina.

Sino a quel momento Carmelo non aveva mai dimostrato alcun interesse alla vicenda, n’è tanto meno aveva mai partecipato a nessuna delle iniziative del comitato.

Nei due giorni della raccolta firme invece, ha fatto spola continua per tenersi aggiornato su cosa stessimo facendo e sull’evolvere delle adesioni.

Nelle varie discussioni affrontate, Truglio ad un certo punto si è proposto come intermediario per farci avere un appuntamento con il Sindaco senza che ci fosse bisogno di petizioni varie, una sorta di “ora ci pens io” (ovviamente questa è stata la ns interpretazione).

La nostra risposta è ovviamente stata che ciò che chiedevamo era un incontro fra il Nostro primo cittadino ed una rappresentanza del comitato composta da circa trenta persone, infatti la raccolta firme (la terza) scaturisce proprio dalla mancata risposta a delle nostre precedenti richieste d’incontro inoltrate il 27/06/2012 ed il 19/09/2012 regolarmente presentate al protocollo comunale e rimaste senza seguito.

Adesso veniamo a sapere dalle dichiarazioni fatte alla corrispondente del Giornale di Sicilia che Truglio era stato inviato come tramite dal Sindaco per comunicare la sua disponibilità ad un incontro con addirittura delle date da proporre.

Crediamo che, innanzi tutto quando, uno veste i panni di ambasciatore come minimo la prima cosa dovuta è quella di qualificarsi come tale, e non parlare per battute è sottintesi (magari uno non li capisce) e comunque, qualsiasi sia la veste, non ci è mai stata proposta alcuna data d’incontro.

Per concludere vorrei semplicemente ricordare che il sindaco sa benissimo che l’incontro richiesto non è con me ma con tutta la rappresentanza del comitato e conosce perfettamente tutti i nostri riferimenti per contattarci visto che avevamo già affrontato insieme all’amministrazione e all’ARPA la problematica della bonifica dall’ethernit.

Siamo sicuri che sé l’incontro avverrà, si riuscirà a trovare un punto d’azione comune e soprattutto si potrà sgombrare il campo da fraintendimenti che, sicuramente non giocano a favore di nessuno.

Azione e partecipazione

NON Siamo CONTRO
qualche cosa o qualcuno,
ma Siamo PER
affrontare le problematiche con serietà e responsabilità al fine di migliorare la qualità della vita di tutti e non essere alla mercé di decisioni calate dall’alto.

Perchè è nato il comitato ?

Il comitato nasce per tutelare l’interesse comune dei cittadini che spesso vivono con distacco scelte e azioni attuate da chi ci amministra.
E’ nostra intenzione risvegliare queste coscienze sospese per far si che si venga a creare una partecipazione propositiva e costruttiva alle decisioni che influenzano direttamente ed indirettamente il benessere collettivo.
Il comitato non assume posizioni “a prescindere” ma è per il dialogo e la partecipazione al fine di concorrere al raggiungimento di una soluzione che possa soddisfare tutti.

Quale è il nostro attuale obiettivo

Ottenere la riqualificazione ambientale della zona demaniale conosciuta come “ex-Samps” collocata nel centro urbano di Capo d’Orlando e prospicente uno dei più belli lungomare d’Italia.

Cosa proponiamo per l’area “Ex-Samps”

La nostra proposta è semplice: Trasformare l’area degradata in una superficie attrezzata fruibile alla collettività.

Adesione al comitato

Aderisci attivamente al comitato perché insieme possiamo dare voce alle esigenze della collettività.

 

Il manifesto del comitato

1.   ESSENZA
Il comitato spontaneo “Trazzera Marina e Via Cordovena” è portatore di interessi diffusi. Ha lo scopo di dare voce ai singoli tramite il gruppo, proporre soluzioni a disagi e problemi che ostacolano lo sviluppo armonico e sostenibile. Nello specifico persegue l’obiettivo ottenere il risanamento, la riqualificazione e la pubblica fruibilità dell’area demaniale conosciuta come “ex-Samps” nel cuore del centro urbano di Capo d’Orlando

2.   SPIRITO COLLABORATIVO  e  di  SOLIDARIETA’
Vogliamo formare, preservare un forte spirito collaborativo e uno spiccato senso di solidarietà da proporre a tutte le entità e a tutti i cittadini, mettendo a disposizione competenze ed esperienze dei membri aderenti e perseguendo l’obiettivo di essere supporto propositivo alle scelte legate alla gestione del territorio e comunque destinate a influire sulla qualità del vivere.

3.   AZIONI COMUNI
Mettere la forza del gruppo al servizio del bene comune, attuare in forma compiuta azioni comuni mirate alla ricerca della soluzione migliore possibile.

4.   IDENTITA’ APARTITICA
Il comitato è del tutto apartitico e non aderirà ad alcuno schieramento politico, ciò per conservare libertà di azione e di proposta. Nulla vieta che i singoli aderenti o simpatizzanti del comitato partecipino a titolo personale alla vita politico-amministrativa, sia essa pubblica sia privata riconosciuta dalla legge.

5.   ARCHIVIO DATI
Da quando il comitato inizia ad operare, produce e raccoglie molti documenti sui più svariati argomenti. Tale documentazione viene archiviata affinché tutte le esperienze e conoscenze maturate possano essere usufruite da una molteplicità di persone od enti.

Riqualificazione

Parolona coniata per prendere coscienza e uscire dal degrado ambientale procurato o naturale.
Nonostante l’accresciuta coscienza ambientale fra i cittadini, negli ultimi anni la situazione di inquinamento e di degrado si è ulteriormente estesa. I gravi danni alla salute e all’economia sono sotto gli occhi di tutti e non si può più rimandare una gestione del territorio che non sia compatibile alla sua effettiva vivibilità.
Purtroppo il degrado del territorio corre in fretta e le situazioni di emergenza sono tali da non essere contemplate né da leggi, seppur più aggiornate e sensibili, né da conoscenze sufficienti sull’effettivo stato ambientale. Spesso gli Amministratori si trovano a dover adottare scelte senza gli strumenti tecnici, scientifici ed amministrativi utili ad affrontare al meglio i problemi, mossi dall’urgenza e dalla gravità del momento.
E’ il momento di uscire dall’arroccamento individuale e partecipare come cittadini attivi nella sorveglianza del territorio, visto che questi è un bene comune del quale tutti usufruiamo.

Con la creazione di questo blog vogliamo stimolare la partecipazione diretta e il coinvolgimento democratico “dal basso” dei cittadini per aiutare chi ci amministra a prendere decisioni giuste ed a liberarci dai meccanismi burocratici che soffocato la vivacità della discussione e la capacità di fare proposte.